Descrizione progetto

chiassoletterariasecondaclasse2016

GIOVEDÌ 28 APRILE 2016,  ore 18.30
Sala Diego Chiesa, Chiasso

Francesco Zanot
presenta
Diary di Boris Mikhailov

In occasione dell’undicesima edizione di Chiasso/Letteraria, la neocostituita Associazione Biennale dell’immagine (ABi) inaugura la sua attività e organizza un incontro con Francesco Zanot di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino. Il curatore presenterà il libro Boris Mikhailov – Diary, pubblicazione co-edita da CAMERA e da Walther König, realizzata in occasione della retrospettiva dell’autore intitolata Ukraine. Non un catalogo, bensì un percorso a ritroso sulla propria carriera, dagli esordi sino a oggi: viaggio fotografico e giornale intimo incentrato sul complesso rapporto, conflittuale e allo stesso tempo lirico, tra sé e la sua patria.

Boris Mikhailov, nato a Kharkiv nel 1938, inizia a fotografare dalla metà degli anni Sessanta, dopo una laurea in ingegneria e un impiego presso una fabbrica sovietica di missili. Espone il suo lavoro in Occidente dalla fine degli anni Ottanta, ottenendo presto importanti riconoscimenti internazionali e esponendo in prestigiosi musei, fra cui il MoMA di New York e la Tate Modern di Londra. “Mikhailov prende posizione contro tutto ciò che non gli piace. Contro il sistema istituzionale politico in particolare. In fotografia un simile atteggiamento si traduce spesso in denuncia e corrisponde alla pratica del reportage. Non è questo il caso. Il fotogiornalismo qui non c’entra nulla. Il lavoro di Mikhailov non ha alcuno scopo riformativo. È un atto distruttivo e beffardo. In secondo luogo Mikhailov mette al centro della propria ricerca esclusivamente ciò di cui ha una conoscenza intima e approfondita. Se stesso, l’umanità che lo circonda e le vicissitudini della sua nazione sono gli unici soggetti che affronta, lasciandosi alle spalle un corpus autoriale leggibile sia in termini formali e iconografici, sia come autobiografia ” (F.Zanot).