Descrizione progetto

Petrolio e ritorno
Rassegna cinematografica
a cura del Cineclub del Mendrisiotto

domenica 19 10 2014 ore 17.30
Cinema Teatro, Chiasso

 

San Gottardo
di Villi Hermann
Svizzera, 1977, 90’, DVD, v.o. italiano-tedesco-francese, sottotitoli in italiano
Pardo d’argento, Festival di Locarno 1977
Sceneggiatura: Villi Hermann, Eve Martin
Fotografia: Renato Berta, Hans Stürm
Suono: Luc Yersin
Montaggio: Elizabeth Wälchli, Reiner Trinkler
Interpreti: Hans-Dieter Zeidler, Maurice Aufair, Didier Flamand, Roger Jendly, Ingold Wildenauer, Mathias Gnädinger, Dimitri, Giairo Daghini

Il film mette in parallelo i due grandi trafori del massiccio del San Gottardo: lo scavo della galleria ferroviaria (1872-1882) e lo scavo del tunnel autostradale (1969-1976). È dunque anche un film sull’emigrazione e sullo spostamento della forza-lavoro. Da un lato ci mostra una parte di storia svizzera narrata attraverso personaggi quali Alfred Escher, fondatore del Credito Svizzero e del Politecnico federale di Zurigo, presidente della Gotthardbahn, e Louis Favre, self-made man ginevrino e appaltatore della galleria. Dall’altro mette in luce fatti storici come la quotidianità della vita degli emigranti e avvenimenti come lo sciopero degli operai (1875) violentemente represso dalla milizia svizzera.
San Gottardo si articola su due livelli narrativi: il primo è una ricostruzione storica del traforo ferroviario, rappresentata con dei tableaux vivants; il secondo tocca direttamente la realtà del traforo autostradale, con un accostamento documentaristico. Il film si conclude con un quadro sintetico nel quale la ricostruzione storica dell’inaugurazione del monumento di Alfred Escher si integra con lo sfondo della Bahnhofstrasse di Zurigo.